Con il termine inglese “tension fabric building” che in italiano è possibile tradurre, anche se non correttamente, con tensostrutture, perchè il termine in realtà abbraccia una più ampia casistica di strutture comprese quelle sostenute da cavi in tensione, si intendono quelle coperture che hanno una struttura rigida metallica o in legno, e una membrana, in genere di tela, che è l’involucro di tessuto che ne copre la struttura.

Il principio di queste coperture comunque è un telaio ricoperto da una membrana in tensione sopra di esso.

Queste strutture offrono una serie di caratteristiche che le rendono particolarmente interessanti in diverse situazioni. Vediamo quali vantaggi offrono.

Il primo aspetto da considerare è che sono strutture pre assemblate o prefabbricate.

Questo significa che quando arrivano in cantiere devono solo essere montate e non costruite come una costruzione tradizionale con cemento e mattoni.

 

Coperture sportive ed industriali

per ogni esigenza ed utilizzo

ad archi o geodetiche.

La velocità di edificazione è quindi un aspetto estremamente interessante se rapportato ai tempi necessari per costruire un edificio delle medesime dimensioni.

Nello stesso tempo queste strutture godono degli stessi parametri di rigidità e gravità degli edifici tradizionali.

Inoltre questo aspetto ne consente anche lo smontaggio.

Così come sono state montate allo stesso modo possono essere smontate.

Alcune di queste strutture molto leggere e con telai in alluminio possono essere utilizzate per brevi periodi, fiere o manifestazioni, e quindi montate e smontate facilmente.

Ed essere utilizzate in località ed utilizzi differenti.

È però importante sottolineare come le maggior parte delle coperture di questo genere sono, in particolare quelle con strutture in ferro/acciaio o legno, permanenti.

Noi di Stratogreen siamo specializzati nel costruire strutture o coperture che sono destinate ad un utilizzo permanente che sia esso di tipo sportivo od industriale.

Le coperture di cui ci occupiamo sono sostanzialmente di due tipi: ad archi o geodetiche, cosiddette a reticolo spaziale.

Le strutture ad archi consentono un minor utilizzo di materiale rispetto a quelle geodetiche, quindi sono più economiche.

Le geodetiche non hanno però limiti in quella che viene chiamata luce libera.

Che significa non ci sono colonne interne di sostegno o supporto per sostenere la struttura e quindi che ne intralciano il passaggio all’interno.

Hanno il grande vantaggio che il design può essere personalizzato e le dimensioni interne raggiungibile sono molto grandi.

È possibile coprire un campo da calcio.

Tra le destinazioni più comuni ci sono:

  • strutture sportive e centri ricreativi;
  • sedi espositive, studi cinematografici e altre strutture commerciali;
  • hangar per aerei;
  • magazzini;
  • strutture per lo stoccaggio e la movimentazione nei porti.

I vantaggi più evidenti ci sono:

  • basso rapporto prezzo/superficie coperta
  • rapidità di edificazione
  • traslucenza

Il costo di costruzione rende nella maggior parte dei casi queste coperture l’opzione più conveniente.

Questo grazie al basso utilizzo di materiali e alla rapidità di montaggio o edificazione.

E con un ciclo di vita comunque molto lungo.

Hanno un impatto energetico ridotto.

È infatti possibile scaldarle con consumi bassi.

Inoltre l’opzione a doppia membrana consente livelli di coibentazione notevoli.

E la luce del sole ne consente l’utilizzo, grazie alla traslucenza della membrana, durante le ore diurne senza luce artificiale.

Essendo edifici permanenti necessitano dei permessi di edificazione in quanto fanno volumetria.

I carichi di vento e neve sono calcolati per la zona dove deve essere ubicata la copertura in modo da ottimizzarne i materiali.

Le garanzie molto estese su membrana e telaio sono poi un’ulteriore fattore di qualità.

©Copyright – Tutti i diritti riservati Nessuna licenza

 

Consulta la nostra sezione Coperture Pressostatiche per saperne di più sulle proposte per il tuo nuovo pallone pressostatico.

Leave a Reply