Strutture, fisse in acciaio, legno lamellare o geodetiche

Strutture ad archi in acciaio

La struttura in acciaio ad  archi è composta da arcate reticolari formate da doppi tubi in acciaio calandrato uniti da elementi in acciaio tubolare a sezione rotonda assemblati mediante saldatura e/o bulloni.

La struttura ad archi in acciaio è zincata a caldo e trova largo impiego nel settore sportivo come copertura anche di grandi dimensioni, gli archi vengono posti ad un interasse costante e sono controventati con un numero adeguato di puntoni in acciaio posti tra arco e arco.

A terra gli archi vengono fissati al cordolo perimetrale in calcestruzzo per mezzo di piastre in acciaio zincato, sui lati lunghi viene realizzata una reticolare orizzontale dove ancorare il telo scorrevole.

La struttura è costituita da acciai certificati provenienti da ferriere di cui alle norme europee.

Ogni struttura prodotta viene realizzata con calcoli e disegni redatti da ingegneri che ne determinano la stabilità e idoneità per il luogo in cui deve essere costruita.

Tutte le parti metalliche sono protette con zincatura a caldo e possono anche essere personalizzate con ulteriore verniciatura del colore desiderato.

La struttura ad archi in acciaio ha una copertura esterna con una singola o doppia membrana in PVC costituita da un tunnel a forma semicilindrica chiusa alle due estremità da due testate a curvatura negativa, stabilizzata per forma mediante introduzione di pretensione. L’ancoraggio e la messa in tensione sono ottenuti mediante tubi inseriti in guaine correnti alla base della membrana, agganciati a tenditori posti sulla reticolare orizzontale dei lati lunghi e distribuiti a terra lungo la fondazione sulle testate.

Il telo  è un tessuto in poliestere spalmato con mescole in PVC su entrambe le facce, trattato contro i funghi e le muffe, resistente ai raggi U.V.  Sui lati lunghi della struttura son previste delle aperture con telo scorrevole in modo da dare aerazione durante il periodo estivo.

L’utilizzo di un doppio telo da appaiare alla membrana principale permette di ottenere, con  insufflaggio di aria tra i due teli, la formazione di un cuscinetto, ideale per migliorare le prestazioni termiche e diminuire i costi di gestione nel periodo invernale.

Strutture ad archi in legno lamellare

La struttura ad archi in legno lamellare trova impiego nei centri sportivi per coprire campi di gioco polivalenti anche di grandi dimensioni.

La struttura portante è costituita da archi in legno lamellare posti ad un interasse costante, ogni arco è composto da due o tre sezioni assemblati tra loro con piastre in acciaio, sui lati lunghi della struttura è posta una trave di banchina dove ancorare il telo scorrevole, gli archi sono controventati con un numero adeguato di puntoni per ogni arcata e fissati a terra al cordolo perimetrale con piastre in acciaio zincato.

Tutti gli elementi strutturali in legno sono prodotti da stabilimento in possesso di certificati e omologazioni.

Le giunzioni metalliche sono eseguite in carpenteria in acciaio zincato a caldo.

La tensostruttura è chiusa esternamente con una membrana in PVC costituita da un tunnel a forma semicilindrica chiusa alle due estremità da due testate a curvatura totale negativa, stabilizzata per forma mediante introduzione di pretensione.

L’ancoraggio e la messa in tensione sono ottenuti mediante tubi inseriti in guaine correnti alla base della membrana, agganciati a tenditori posti sulle travi di banchina nei lati lunghi e distribuiti lungo la fondazione in corrispondenza delle testate.

Il materiale adoperato è in tessuto poliestere spalmato con mescole a base di PVC su entrambe le facce, trattato contro i funghi e le muffe, resistente ai raggi U.V.

Sui lati lunghi è prevista l’apertura con teli scorrevoli per dare aerazione nel periodo estivo.

Per migliorare le prestazioni termiche e diminuire i costi di gestione invernali sul riscaldamento è possibile mettere un doppio telo, con le stesse caratteristiche del telo principale.

copertura geodetica

Struttura geodetica

Le strutture reticolari geodetiche spaziali metalliche sono costituite da tubi con diverse dimensioni e spessori che si collegano e diramano da nodi chiamati giunti e scodelle. All’estremità delle aste, per consentire il collegamento ai giunti di unione, vengono inseriti appositi innesti filettati, fissati ai giunti con bulloni; i giunti (o nodi) di collegamento sono delle sfere ricavate da uno stampo a caldo con dimensione che varia a seconda delle esigenze di calcolo che vengono forate per garantire l’alloggiamento delle aste, degli irrigidimenti strutturali e della maglia interna.

Tutte le aste e i giunti di unione sono a forma sferica per evitare un’eccessiva usura del manto di copertura. Tutte le parti in acciaio sono zincate a caldo e possono essere personalizzate anche con verniciature nei diversi colori.

Le strutture reticolari geodetiche, grazie  al sistema costruttivo di nodi da cui diramano i tubi, possono essere progettate  per varie tipologie costruttive sia per il settore sportivo con le geodetiche ad arco e a tunnel, che per le reticolari piane per il settore industriale e nelle diverse forme come  a cupola e a piramide.

Grazie alla modularità della struttura questo tipo di copertura è pensabile per coprire spazi molto grandi anche con un’ampia luce di arco.

Altra particolarità è che le strutture reticolari geodetiche spaziali sono completamente smontabili e possono essere rimontate anche con dimensioni diverse previo calcolo dell’ingegnere progettista.

L’impiego nel settore sportivo consente di coprire tutte le tipologie di sport.

La progettazione è conforme ai carchi corrispondenti alla zona in cui è collocata la struttura.

La struttura geodetica può essere anche piana ed è ideale per coperture industriali garantendo una soluzione quando edificare diventa un problema.

La struttura geodetica piana essendo modulabile permette misure di copertura per grandi dimensioni come capannoni industriali, magazzini di stoccaggio, interporti, parcheggi o altro garantendo la copertura e la stabilità.

La versatilità del prodotto consente di adattare la copertura ad ogni tipo di struttura.